19 settembre 2019

Pums e Tram, venerdì 20 appuntamento all’interno della Settimana europea della Mobilità

by Maria Emmolo in News 0 comments

In attesa della sua definitiva adozione, prevista a fine novembre, si torna a parlare di PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile). Venerdì 20 settembre all’interno della Settimana europea della Mobilità è infatti prevista (ore 14.00 – 19.00 in Auditorium Enzo Biagi, Salaborsa) la conferenza “Mobilità sostenibile a Bologna” durante la quale verranno illustrate le Osservazioni al Pums e i progetti avviati, tra cui il progetto della prima linea tranviaria. Alcuni professori dell’Università di Bologna e due ospiti internazionali illustreranno altri progetti di tranvie in Europa.

Dopo i saluti istituzionali di Irene Priolo, Assessore alle Politiche per la Mobilità del Comune di Bologna e Marco Monesi, Consigliere delegato alla Mobilità Sostenibile della Città metropolitana di Bologna, la prima sessione prevede la riunione del FORUM PUMS con gli interventi dei “tecnici” della Città metropolitana di Bologna: Alessandro Delpiano, Dirigente Area Pianificazione Territoriale (“Le osservazioni al Piano”), Silvia Bertoni, Ingegnere Servizio Pianificazione della Mobilità (“Il Trasporto Pubblico Metropolitano TPM”), Catia Chiusaroli, Responsabile Servizio Pianificazione della Mobilità (“La mobilità ciclistica”) seguiti dall’intervento di Cleto Carlini, Direttore Settore Mobilità sostenibile e Infrastrutture, Comune di Bologna sull’”attuazione del PUMS nel Comune di Bologna”.

 

Alle 15.30 si aprirà la sessione “UN TRAM PER BOLOGNA” con gli ospiti Henri Vergnaux, Direttore tecnico Systra (“L’esperienza del tram di Bordeaux”) e Marcello Corsi, Track Design Manager, Transport Infrastructure Ireland (“L’esperienza del tram di Dublino”).

Alle 16.50 “Il tram: un ritorno alla grande” con l’intervento di Giovanni Mantovani, Ingegnere, consulente scientifico del progetto del tram di Bologna, la proiezione del Video del progetto della prima linea tranviaria di Bologna, l’approfondimento sul “percorso di informazione e coinvolgimento dei cittadini” di  Mario Mirabile (Fondazione per l’Innovazione Urbana) e lo Studio di benchmarking e di definizione di indicatori per l’analisi di impatto della tranvia di Bologna presentato dai dipartimenti dell’Università di Bologna coinvolti nella ricerca e il mobility manager Roberto Battistini.

Infine l’intervento dello Storico dei trasporti pubblici Roberto Amori e la chiusura dell’assessore Irene Priolo.

L’evento pomeridiano, moderato da Giovanni Ginocchini, Direttore, Fondazione per l’Innovazione Urbana, è a cura di Città metropolitana di Bologna, Comune di Bologna e Fondazione per l’Innovazione Urbana, Ordine degli Ingegneri, Ordine degli Architetti di Bologna e Università di Bologna.

In serata (ore 21.00 – 22.30 sempre in Auditorium Enzo Biagi, Salaborsa) è inoltre previsto l’evento “GLI 80 ANNI DI STORIA DEL “TRAMVAI” A BOLOGNA”: racconto con fotografie, video e documenti storici della storia del tram a Bologna da quando, il 2 ottobre 1880, entra in funzione il primo “tramway” a cavalli a quando, il 3 novembre 1963, si svolge l’ultima corsa dell’ultimo tram. Un racconto Illustrato di Pietro Maria Alemagna, Architetto, urbanista e studioso di storia urbana.

Il Direttore della Cineteca di Bologna, Gian Luca Farinelli, presenterà la mostra sulla storia dei trasporti a Bologna digitalizzata dalla Cineteca di Bologna: Cent’anni di trasporto cittadino dall’Omnibus all’autobus (1880-1980).

 

Sabato 21 settembre il centro di Bologna si trasforma nel Mobility Village, in questa giornata verranno presentati in Piazza Maggiore i nuovi piani e progetti di mobilità sostenibile del Comune di Bologna, della Città metropolitana di Bologna:

  • Il Trasporto Pubblico Metropolitano (TPM): presentazione della nuova rete di trasporto pubblico che servirà tutto il territorio metropolitano con un unico sistema integrato, efficiente, rapido, flessibile, accessibile e confortevole.
  • Ciclabilità e Ciclovia del Sole: presentazione del progetto e dello stato di avanzamento dei lavori della Ciclovia e della rete ciclabile nel territorio metropolitano.
  • La nuova ZTL-A: Dal 1° gennaio 2020 la Zona a Traffico Limitato (ZTL) diventerà Ambientale, con requisiti di accesso basati sulla classe di emissione dei veicoli

Link utili: