Ecco i primi progetti del Pums finanziati dal Governo con 1,3 milioni di euro: rete ciclabile metropolitana, linee Metrobus e Centri di Mobilità

Possibili altri 800mila euro tra economie di gara e nuovi finanziamenti

Pista ciclabile - Archivio Città metropolitana di Bologna
 

Il Metrobus (bus extraurbani veloci anche su corsie riservate) sulle direttrici San Vitale (Medicina-Bologna) e San Donato (Baricella-Bologna), i Centri di Mobilità di Castel San Pietro e Vergato e la rete strategica del Biciplan metropolitano e sue integrazioni che prevede il passaggio dagli attuali 246 chilometri di piste ciclabili a 944.

Sono questi i progetti di fattibilità del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile-PUMS che verranno finanziati da 1.281.000 euro in arrivo alla Città metropolitana dal “Fondo per la progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese, nonché per la project review delle infrastrutture già finanziate”, istituito recentemente dal Governo e rivolto alle 14 Città metropolitane italiane, ai relativi 14 comuni capoluogo ed ai Comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti.

Inoltre, sempre con queste risorse, verranno sostenuti l’approfondimento e il monitoraggio del PUMS e l’aggiornamento del PSM (Piano Strategico Metropolitano).

Un secondo “pacchetto” di progetti di fattibilità, che potranno essere finanziati dalle risorse derivanti dalle economie di gara del primo “pacchetto”, contiene invece i progetti di fattibilità del Metrobus sulla direttrice Galliera (Pieve di Cento-Bologna), del Centro Mobilità di San Benedetto Val di Sambro, uno studio specialistico per i piani della mobilità scolastica, il progetto Metrobus sulla direttrice Bazzanese (Valsamoggia-Bologna) e uno studio specialistico per la progettazione integrata e sostenibile dell'infrastruttura stradale per un totale di 494.832 euro.

Un terzo pacchetto finanziato con risorse eventualmente reintegrate dal Governo per l'annualità 2019 (la conferma è attesa nelle prossime settimane) finanzierà la promozione delle strategie, la comunicazione e la partecipazione del PUMS e l’aggiornamento del PSM per un totale di circa 300.000 euro.

E’ quanto deciso mercoledì 6 novembre dalla Giunta di Palazzo Malvezzi con atto del sindaco metropolitano Virginio Merola, proposto dal Consigliere delegato alla Mobilità Sostenibile Marco Monesi.

Il Consiglio metropolitano, nella seduta del 24 ottobre, aveva approvato le strategie prioritarie da finanziare con questo Fondo (Trasporto Pubblico Metropolitano con particolare le linee di Metrobus ed i Centri di mobilità e la rete strategica del Biciplan metropolitano).

“E’ importante aver ottenuto – spiega Marco Monesi, Consigliere delegato metropolitano alla Mobilità Sostenibile – ancora prima dell’approvazione definitiva del Pums, prevista entro fine mese, una cifra rilevante con la quale progettare l’intera rete ciclabile metropolitana, che assorbirà quasi la metà di queste risorse, alcune linee di Metrobus e 2 o 3 Centri di Mobilità (luoghi di interscambio tra le modalità di trasporto e di servizi) che peraltro rappresentano una delle novità assolute previste dal Piano”.

 
 
 

Data ultimo aggiornamento: 27-11-2019