Ciclovia del Sole, in partenza gli interventi di riforestazione su 15 km del rilevato dell'ex ferrovia tra Crevalcore e Sala Bolognese

Concluso l'iter di affidamento della progettazione esecutiva del tratto Casalecchio-Sasso Marconi-Marzabotto. Previsto anche il recupero dell'ex strada Sapaba

Ciclovia del Sole
 

Buone notizie per la Ciclovia del Sole: sono in partenza i lavori per la realizzazione di un corridoio verde lungo 15 km del rilevato dell’ex ferrovia nei comuni di Sant'Agata Bolognese, San Giovanni in Persiceto e Crevalcore e si è  concluso l’iter di affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva del cosiddetto primo lotto prioritario della Ciclovia del Sole, per una lunghezza totale di circa 19 km.

 

Il progetto di riforestazione interesserà 4,5 ettari, prevalentemente ceduti in comodato d'uso da Rete Ferroviaria Italiana alla Città metropolitana: 600 alberi, di cui 230 ad alto fusto e 2500 arbusti per trasformare la Ciclovia del Sole regalando al tracciato una nuova valenza territoriale e ambientale. Infatti, attraverso l'arricchimento della vegetazione si vuole non solo rafforzare la piacevolezza e il confort del percorso ciclabile, ma anche favorire l'incremento della diversità e della complessità ecologica del corridoio verde, ridurre la temperatura del suolo, sfruttare per più mesi all'anno uno dei principali collegamenti ciclabili del territorio, oltre a migliorare la bellezza del paesaggio, la sua fruizione e attrattività. Gli interventi sono finanziati dal Ministero della Transizione Ecologica nell’ambito dall’Avviso pubblico per la riforestazione urbana nelle città metropolitane.

La direzione dei lavori è affidata allo Studio Progetto Verde, mentre sarà la cooperativa Avola ad eseguire i lavori  che termineranno entro l'anno.


"Siamo soddisfatte - commenta Simona Larghetti consigliera delegata alla Mobilità ciclistica - di questo ulteriore tassello che siamo riusciti a portare avanti per la qualificazione della Ciclovia del Sole, perché pedalare all'ombra in estate sia bello e piacevole, perché sia una infrastruttura che arricchisce i nostri territori e il loro paesaggio"

 

Progettazione esecutiva primo lotto

Si è inoltre concluso l’iter di affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva del cosiddetto primo lotto prioritario della Ciclovia del Sole, che nel tratto bolognese coinvolge 6 comuni per una lunghezza totale di circa 19 km. Gli interventi, finanziati dal Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, prevedono sia nuove realizzazioni sia la riqualificazione di tratte ciclabili esistenti, per un importo complessivo di 5,1 milioni di euro.

Le opere riguarderanno in particolare la realizzazione del collegamento tra Casalecchio di Reno (Parco Talon) e Sasso Marconi, fino al tratto già esistente di Marzabotto (rispettivamente 3 km, 10 km e 1 km) e il miglioramento della qualità del tracciato esterno all’ex ferrovia dismessa e della sua linearità nei Comuni di Crevalcore e San Giovanni (circa 2,5 km per entrambi i tratti).

L’impresa che sarà incaricata formalmente dalla Città metropolitana è la RTI “Enrico Guaitoli Panini e Irene Esposito Architetti Associati” I lavori dovrebbero così partire entro il prossimo anno.

La progettazione dovrà recepire e sviluppare importanti evoluzioni migliorative del tracciato rispetto al Progetto di Fattibilità Tecnico-Economica a cui si è lavorato nei mesi passati: in particolare l'opportunità di utilizzare, riqualificandola, la strada privata esistente lungo il Reno tra Casalecchio e Sasso Marconi, e la viabilità di accesso al palazzo De' Rossi, consentendo così non solo la realizzazione di un percorso più bello ed appetibile per i ciclisti, ma anche evitando di consumare suolo per nuove realizzazioni e garantendo la valorizzazione delle eccellenze lungo il tracciato. 

 
 
 

Data ultimo aggiornamento: 24-10-2022